Fiere di Parma: T&O chiude la prima edizione con 34.000 visitatori

Il polo fieristico presenta il progetto Green&Outdoor Area per ampliare e migliorare spazi e aree di sosta anche per il turismo itinerante

(Parma, 22 febbraio, 2018) – Si è concluso domenica 18 febbraio a Fiere di Parma con 34 mila visitatori provenienti da tutta Italia la prima edizione di T&O – Festival Turismo e Outdoor, l’unico salone in Italia dedicato al turismo in libertà, al turismo attivo ed agli sport all’aperto. Oltre 34 mila gli appassionati o i semplici curiosi che hanno sperimentato nella quattro giorni le Test Area dedicate, a Bike, Golf, Hydro, Climbing e Camper.
T&O infatti è un momento di sintesi tra altre due manifestazioni fieristiche, il Bike Spring Festival, realizzato con il partner FCI – Federazione Ciclismo Italiana, che ha richiamato il mondo delle due ruote, e il Parma Golf Show, patrocinata dalla Federazione Italiana Golf, che si è conclusa lunedì 19 febbraio.

“I numeri di questa prima edizione sono molto al di sopra delle nostre aspettative – afferma Antonio Cellie, amministratore delegato di Fiere di Parma – e dimostrano che, se assecondato, il Turismo Attivo ha enormi potenzialità di sviluppo. T&O sin dalla sua prima edizione è diventato cerniera esperienziale tra domanda e offerta delle nuove forme di Turismo Itinerante e Sportivo, dove il consumatore cerca destinazioni ed esperienze sempre nuove e personalizzate. Per questo anche il format fieristico e il quartiere si sono evoluti armonizzando 4 aree espositive che hanno riempito gli occhi e le giornate di quasi 35 mila visitatori. A loro e a tutti i Turisti Attivi è dedicato il nostro progetto di realizzare, al confine del nostro quartiere, il G&O – la Green & Outdoor Area – ovvero la più grande e verde area sosta in Europa”.

Simone Niccolai, presidente di APC – Associazione Produttori Caravan e Camper, consolidato partner dal 2010 del polo fierstico ha aggiunto: “La necessità di una nuova e unica manifestazione all’interno del sistema fieristico italiano che sia incentrata sugli sport outdoor, gli accessori e i veicoli ricreazionali è dimostrata anche dai continui trend di crescita di questi comparti e – in particolare – di quello dei Camper, che nel 2017 ha fatto registrare un +19,5% di veicoli immatricolati e un +43,4% di veicoli prodotti rispetto all’anno precedente, rendendo, di fatto, il Camper un vero e proprio compagno inseparabile.”

 

Da evidenziare anche la quantità e varietà degli incontri dei contenuti proposti nella Travel e Technical Arena che hanno reso la formula di T&O particolarmente efficace: 50 incontri tra scrittori e fotografi da Gianluca Caporaso con la sua geofantastica a Mario Ferraguti studioso delle leggende legate al territorio tosco-ligure-emiliano, dal fotografo Alberto Bregani, tra i più validi interpreti del bianco e nero a Fulvio Ervas. E ancora Paolo Martini e Michil Costa, Paolo Massobrio che ha raccontato le “botteghe” dell’italia del gusto protagoniste del suo ultimo best seller “Golosario”. Ospiti dell’Arena anche Emanuela Cananzi direttore artistico del Festival del viaggiatore di Asolo; Fausto Giovanelli, Giuseppe Vignali, e Chiara Dazzi che hanno presentato la Guida Illustrata del Parco Nazionale dell’Appennino tosco – emiliano; Luca Sguazzini (volto noto dello spettacolo di Ballando con le stelle) e la sua compagna Sara tra più famosi travel blogger del panorama italiano che hanno portato a Parma la loro esperienza di viaggio, estremo, solitario e selvaggio nella natura del Canada. Rigorosamente in camper.

Dal palco hanno preso la parola anche il CAI Parma e il Collegio Nazionale Guide Alpine I-taliane con interventi che hanno spaziato dalla sicurezza in montagna ai “tesori artistici” dell’Appennino ora censiti grazie alla mappatura realizzata dallo stesso CAI.

APC – Associazione Produttori Caravan e Camper ha invece puntato sulla ricettività all’aria aperta con due convegni dedicati alle aree di sosta. Il 16 febbraio, alla Travel Arena ha siglato con l’associazione “Insieme per fare” la partenza ufficiale dell’iniziativa “Una maglia per il cuore”, ovvero una campagna nazionale di raccolta fondi (pubblici e privati) dove l’intero ammontare sarà destinato all’acquisto di defibrillatori, altri strumenti medici o realizzazione di strutture idonee a rendere più sicura e fruibile la pratica delle attività all’aria aperta, sul territorio nazionale. Il 17 febbraio, alla Technical Arena ha presentato il progetto del BIM (Building Information Modeling) applicato su un prospetto reale di area di sosta, quella di Rocca de’ Baldi (CN) vincitrice del Bando APC “I Comuni del Turismo in Libertà” 2017.
Grazie al Building Information Modeling (BIM), il progetto tecnico base della struttura di Rocca de’ Baldi “ha preso vita” virtualmente, con la dotazione di accessori, componenti ed elementi ambientali specifici per un’area di sosta e fondamentali per la sua realizzazione. Francesca Tonini (Direttore Generale APC), Gianni Brogini (Direttore Marketing APC), Paolo Fiamma (Responsabile Scientifico del Dipartimento DESTeC dell’Università di Ingegneria di Pisa), l’ingegner Tiziano Lenzi (Collaboratore di Ricerca) e Bruno Curti (sindaco di Rocca de’ Baldi) hanno spiegato come l’utilizzo delle nuove tecnologie applicate al turismo ricreazionale consenta di realizzare aree di sosta d’eccellenza, con meno errori in fase di progettazione, possibilità di verificare e prevedere i costi certi di gestione e manutenzione durante il progetto.

 

Sempre nel solco della vocazione “turistica”, infine, la presentazione a T&O dei “Castelli delle donne tra Reggio e Parma” un progetto che vede assieme vede insieme i comuni di Canossa, Carpineti, Casina, Langhirano, Quattro Castella, Reggiolo e Sala Baganza e che nel nome delle donne ( come Beatrice di Lorena del castello di Bianello o Matilde di Canossa ) unisce alcuni dei castelli più belli delle province.

Esperienze di viaggio raccontate che si affiancano a quelle proposte dai vari operatori presenti negli itinerari di Piero della Francesca ( da Rimini a Perugia), a quelli di Dante (da Firenze a Ravenna Austria), fino ai percorsi di Slovenia, Austria e Finlandia, solo per citarne alcune.

Oltre 100 mila mq dedicati ai mezzi e alle destinazioni del turismo plein air, che in uno spazio al coperto di 30.000 mq riservato al mondo del ciclismo ha ospitato sul più grande anello indoor (700 mq) in Italia la prima tappa del campionato di EBX. Gare adrenaliniche con qualche colpo di scena come il lancio proprio dal salone di Parma del nuovo campionato “nazionale” dedicato alle E-bike.
Insieme agli sportivi, giovani e giovanissimi si è visto in fiera l’astronauta Maurizio Cheli, e l’ex campione del mondo di ciclismo, Vittorio Adorni che, approfittando della vicinanza del padiglione dedicato al “suo” sport, si è avvicinato anche al golf.

Come il famoso ex campione di ciclismo parmigiano, sono stati tantissimi i curiosi “non golfisti” che hanno frequentato il Padiglione 8 e, nel corso delle tre giornate, hanno potuto fare anche prove gratuite con i maestri della PGA Italiana, l’associazione dei professionisti di golf, che si è messa a completa disposizione di chiunque sia passato dallo stand posizionato sul driving range.

Gli addetti ai lavori invece si sono dati battaglia in dure sfide. Una delle gare più sentite è stata quella giocata sulle 9 buche di putting green da alcuni giornalisti del settore e vinta dal Direttore di Sportweek, Matteo Dore.

Una manifestazione vivace che archivia la sua prima edizione con una soddisfazione generale: quella degli oltre 200 espositori e dei brand del settore del caravan e camper che grazie alla formula di T&O, ricca di stimoli sportivi, culturali e di riflession, sono stati in grado di intercettare nuovi pubblici; quella degli organizzatori per aver trovato un mix di appeal per il pubblico, con due appuntamenti giovani e dinamici, Bike Spring Festival e Parma Golf Show.

T&O torna dal 15 al 17 febbraio 2019.