Weekend di Pasqua in Emilia Romagna

Tante proposte coinvolgenti per trascorrere in Regione il weekend pasquale dell’1-2 aprile – Per gli amanti di arte e design mostre da Parma a Forlì – Si scia in tutti e tre i Comprensori emiliano romagnoli – Pacchetti “remise en forme” nei 23 centri termali regionali – In Riviera riaprono i Parchi Divertimento – Tanti gli eventi da non perdere, da quelli legati alle tradizioni pasquali agli appuntamenti enogastronomici e sportivi (www.emiliaromagnaturismo.it)

A poche settimane dal weekend di Pasqua (1-2 aprile) diventa febbrile la consultazione del meteo per decidere dove trascorrere il tradizionale pranzo pasquale o quale meta scegliere per l’immancabile gita di Pasquetta.

Per chi sceglierà l’Emilia Romagna le possibilità, complice la Pasqua “bassa”, sono innumerevoli a prescindere dal che tempo farà: dalle mostre nelle Città d’Arte allo sci in Appennino, dalle coccole termali ai parchi divertimento per tutta la famiglia sulla Riviera Romagnola.

E se in Riviera saranno 1.400 gli alberghi aperti (con 90.000 posti letto disponibili, a cui vanno assommati gli 80.000 di campeggi e villaggi e i 50.000 degli alloggi privati), i turisti pasquali diretti alle Città d’Arte potranno contare su 30.000 posti letto alberghieri (e 47.000 extralberghieri), mentre l’offerta ricettiva delle località termali e di quelle appenniniche sarà, rispettivamente di 12.000 posti letto (20.000 gli extralberghieri) e 13.000 posti letto (90.000 gli extralberghieri). Tantissimi infine gli appuntamenti tra tradizione, enogastronomia tipica e sport in tutta la Regione. Ecco qualche suggerimento.

Pasqua d’arte lungo la Via Emilia

Dalla rivoluzione pittorica di Caravaggio al design geniale di Ettore Sottsass, passando per le immagini della bambinaia-fotografa Vivian Maier e la sofisticata grafica dello studio Licalbe Stainer, le Città d’Arte emiliano romagnole, da Piacenza a Santarcangelo di Romagna, attendono per Pasqua gli amanti dell’arte e cultura a 360 gradi.

Piacenza. Sette sontuose tavole apparecchiate, dal ‘700 ad oggi, troneggiano al Castello di Rivalta (Pc) dove c’è anche ”Viaggio in Europa”, con 104 incisioni che al buio, grazie alla retroilluminazione, si trasformano in visioni notturne della stessa scena ritratta. Fino al 3 giugno www.castellodirivalta.it

Parma. All’Abbazia di Valserena “Ettore Sottsass. Oltre il design” rende omaggio al designer italiano, creatore di tanti oggetti colorati e audaci, entrati nelle case degli italiani: dai divani Kartell ai televisori Brionvega. Fino all’8 aprile. http://www.csacparma.it/mostrasottsass/

Reggio Emilia. Sono già oltre 30.000 i visitatori che hanno visto “Kandinsky→Cage. Musica e Spirituale nell’arte” a Palazzo Magnani a Traversetolo. L’allestimento propone l’arte del ‘900 in connessione con la musica dello stesso periodo www.palazzomagnani.it

Modena. Al Palazzo dei Musei e al Museo Diocesano c’è “On the Road. Via Emilia 187 a.C. – 2017”. La Via Emilia vista come una Route leggendaria con i resti del Foro, reperti, contenuti multimediali e il console Marco Emilio Lepido in 3D. Fino al 1/7. http://turismo.comune.re.it/it/eventi. Sempre a Modena, la Galleria Civica celebra Ad Reinhardt (New York, 1913-1967) e le sue vignette satiriche. Al Museo della Figurina c’è “World Masterpiece Theater – Dalla letteratura occidentale all’animazione giapponese”. http://www.visitmodena.it

Bologna. Le Avanguardie artistiche russe del primo ‘900 sono al MAMbo con REVOLUTIJA in collaborazione con il Museo di Stato Russo di San Pietroburgo. Fino al 13/5. www.mostrarevolutija.it. A Palazzo Belloni “The Wall exhibition” è dedicata al concetto di muro, tra opere d’arte fisiche e installazioni multimediali. Fino al 6/5. www.palazzobelloni.com. A Palazzo Pallavicini “Vivian Maier – La fotografa ritrovata”, con 120 fotografie originali di una delle fotografe (1926-2009) più apprezzate di questo secolo. Fino al 27 maggio www.palazzopallavicini.com. La prima antologica italiana dell’artista cinese Zhang Dali è aperta a Palazzo Fava-Palazzo delle Esposizioni: 200 opere raccontano le trasformazioni e le contraddizioni della Cina. Fino al 24/6. https://genusbononiae.it

Ferrara. A Palazzo dei Diamanti “Stati d’animo. Arte e psiche tra Previati e Boccioni” esplora l’interpretazione degli stati d’animo nell’arte, con opere fra ‘800 e ‘900, momento della nascita della psicanalisi. Fino al 10/6. www.palazzodiamanti.it.

Ravenna. Al Museo d’Arte della città c’è “Alle origini della grafica italiana” omaggio a Licalbe Steiner, lo studio che ha segnato l’arte grafica in Italia. Fino al 17/6 www.mar.ra.it

Faenza (Ra). Al Mic, Museo Internazionale della Ceramica, c’è “Lenci. Costume e Bon Ton”, allestimento dedicato all’azienda famosa per il celebre panno (1927). Fino al 3 giugno. www.micfaenza.org/it/

Forlì. Ai Musei di San Domenico “L’Eterno e il tempo tra Michelangelo e Caravaggio” indaga il periodo tra il Sacco di Roma (1527) e la morte di Caravaggio (1610). Da Michelangelo a Caravaggio, da Raffaello a Correggio, Vasari, Parmigianino, Tiziano. Fino al 17 /6. www.cultura.comune.forli.fc.it

A Santarcangelo di Romagna (Rn). Andreco + Eron. Unearth.
Cosa succede quando due artisti come il writer Eron e Andreco, videoartist, disseminano le proprie opere ultracontemporanee fra le sale di un Museo Storico Archelogico come il Musas? Scoprire questi pezzi sarà una sfida per i visitatori di Andreco + Eron. Unearth. Fino al 30 settembre. www.museisantarcangelo.it/unearth-eron-andreco/

Aprire l’uovo di Pasqua con gli sci ai piedi

C’è ancora tanta neve e si scia nelle località invernali dell’Emilia Romagna. E non mancano le offerte per godersi la neve di Primavera, con giornate più lunghe e soggiorni più piacevoli (Info: www.appenninoeneve.it). Il Comprensorio modenese del Cimone, 50 km di discese, propone il pacchetto con tre pernottamenti in hotel due o tre stelle, mezza pensione, quattro giorni di skipass. A richiesta si può prendere parte a ciaspolate organizzate (possibilità di noleggio attrezzatura) e assaggiare le delizie enogastronomiche dell’Appennino. Dal 30/3 al 4/4. Costo da 225 euro. Info tel. 0536.325586. http://www.vallidelcimone.it/.

Anche a Corno alle Scale, località a poco più di un’ora da Bologna, si può vivere una Pasqua sulla neve, gustando la cucina del territorio in una cornice familiare. Durante la vacanza si possono noleggiare mountain bike (anche elettriche), partecipare a ciaspolate, prendere lezioni di snowboard. Due pernottamenti, prima colazione in hotel, 3 giorni di skipass: da 125 euro. Con mezza pensione, si parte da 165 euro. Info: tel. 3485645956 www.belvedereturismo.it. Si scia intorno a un lago glaciale anche a Cerreto Laghi, nel comprensorio Reggiano. La sera del Sabato Santo è stata organizzata un’escursione sulle ciaspole sul Monte Nuda per assistere insieme al tramonto fra i monti con una vista sul mare e, al rientro, per una camminata magica sotto la luna piena. Il percorso, adatto a tutti, è di circa 3 km e durerà un paio d’ore. Si parte alle 17 dall’albergo Passo del Cerreto e si rientra intorno alle 19. Costo: 10 euro con ciaspole incluse. Ci si può fermare a cena tutti insieme (15 euro). Pernottamento da 30 euro. Info tel. 0522/898153

Parte la stagione 2018 dei Parchi Divertimento romagnoli

Come da tradizione il weekend pasquale segna l’avvio ufficiale di stagione per i parchi divertimento romagnoli, che anche per il 2018 annunciano grandi e coinvolgenti novità (www.rivieradeiparchi.it/). Sono 8 le strutture che hanno aperto i battenti a partire dai primi di marzo e sono pronte a dare il benvenuto ai loro ospiti in occasione della Pasqua (Safari Ravenna, Italia in Miniatura a Rimini, Casa delle Farfalle a Milano Marittima, Centro Visite Saline a Cervia, Acquario di Cattolica, Oltremare di Riccione, Fiabilandia a Rimini e Mirabilandia nel ravennate).

Per quanto riguarda i parchi romagnoli del Gruppo Costa Edutainment, l’Acquario di Cattolica, rinnovato dentro e fuori, apre la stagione 2018 con nuove specie di pesci, nuove aree (come un vero “mangrovieto” con il suo particolare habitat) e tematizzazioni e la nuova Mostra “Abissi, terra aliena”, dedicata alle creature più bizzarre delle profondità marine. Italia in Miniatura, a Rimini, gioca tutto sul restyling: un imponente operazione di rifacimento di monumenti e piazze e l’arrivo, entro l’estate, degli 80.000… Italiani in miniatura, ovvero le figurine in 3D che via via ripopoleranno il parco.

Importanti novità anche a Oltremare a Riccione, dall’arrivo della giovane delfina Mia in Laguna, alla nuova area “Australia Experience”, dedicata all’ecosistema dell’Emisfero australe e dove a fine aprile arriveranno i wallaby, i tipici marsupiali australiani, senza dimenticare un fitto calendario di eventi. A Mirabilandia tanti emozionanti show attendono il pubblico pasquale: da “Otto l’Esploratore”, che entrato in possesso di una rara pietra preziosa, deve battersi con un gruppo di banditi messicani, sfidandoli per liberare la sua amica Mirabella, presa in ostaggio, a “Peter Punk”, che mette in scena le avventure di Peter Pan e della fata Campanellino in un inedito e originale stile steampunk, tra aerialists, ballerini, cantanti e una colonna sonora di grande effetto, passando per “Mirabilandia the Movie”, dove un regista di fama mondiale si appresta a girare la scena principale del suo ultimo film d’azione proprio a Mirabilandia, dovendosela cavare tra ballerini gangster e cantanti indisciplinati.

Da non perdere poi immancabile l’appuntamento con “Sfida a Hot Wheels City,” lo stunt show ad altissimo tasso di adrenalina, considerato il numero uno d’Europa, sempre più ricco di evoluzioni, incredibili veicoli e gag esilaranti in un crescendo di divertimento che culmina con una performance memorabile: il giro della morte più alto del mondo.

Pasqua alle Terme: il cioccolato dall’uovo al massaggio corpo

Relax, benessere termale, cura di sé sono le parole d’ordine di chi si godrà la Pasqua alle Terme dell’Emilia-Romagna. I 24 centri lungo la Via Emilia hanno tante offerte. Nel borgo romantico di Bagno di Romagna (Fc) il Ròseo Hotel Euroterme Wellness Resort, l’Hotel delle Terme Santa Agnese e il Grand Hotel Terme Roseo propongono week end di Pasqua con soggiorno e trattamenti “all inclusive”. Week end relax alle Terme di Monticelli a due passi da Parma, capitale italiana della Cultura nel 2020.

Puntano su fanghi morbidi, massaggi e peeling al cioccolato le Terme della Salvarola (Mo). Anche le Terme di Castrocaro e Grand Hotel Terme & Spa (Fc) propongono il percorso “Magico Benessere” e massaggio al cioccolato. Riccione Terme presenta una proposta in tema che si chiama Ciocorelax. A Bertinoro (Fc) il Grand Hotel Terme della Fratta coccola i suoi ospiti a Pasqua con un massaggio ai Profumi di Fiori. Le proposte benessere continuano anche alle Terme dell’Agriturismo a Monterenzio (Bo) che abbinano al pranzo di Pasqua una mezza giornata nelle piscine termali.

Il Centro Termale Baistrocchi a Salsomaggiore (Pr) ha inserito nel suo week end benessere anche la serata con festa danzante. Gli Alberghi & Terme di Riolo, nel ravennate, hanno pensato ai bambini e nel week end alle Terme c’è in anche, per Pasquetta, la ricerca delle uova nascoste nel parco termale. Se invece tutto quello di cui si ha bisogno è una giornata di relax assoluto, ci sono le proposte day spa, dalla mattina alla sera: a Salsomaggiore Terme (Pr) all’interno di un fastoso Palazzo Liberty che ospita le Terme Berzieri, alle Terme di Tabiano (Pr), oppure in montagna alle Terme di Porretta (Bo).

Gli amanti delle città d’arte, potranno prenotare una giornata benessere alle Terme Felsinee e alle Terme di San Luca a Bologna. Fuori città, le Terme di Castel San Pietro (Bo) puntano su un’offerta personalizzata e propongono “Gambe leggere”, in vista della bella stagione. Pasqua è anche il momento delle prime fughe al mare. Perfetti allora i week end alle terme di Punta Marina, dove è possibile soggiornare al Terme Beach Resort (Ra), e a Riminiterme, dove il benessere è con vista sulla spiaggia. E dal 16 aprile in poi aprono anche le Thermae Oasis ai Lidi di Comacchio (Fe). Info: www.emiliaromagnaterme.it – Numero verde 800.88.88.50

Gli appuntamenti: dalle Vele di Pasqua a Cesenatico al Palio dell’Uovo di Tredozio

Sport: immancabili appuntamenti a Riccione, Rimini e Cesenatico con tre “grandi classici” del fine settimana pasquale: dal 2 all’8 aprile, sulla spiaggia di Riccione si danno battaglia gli oltre 1.000 atleti del Beach Line Festival, il più grande evento mondiale dedicato al volley sulla sabbia (info: www.beachline-festival.de), mentre a Rimini torna per il ventottesimo anno il Paganello, la Coppa del Mondo di Beach Ultimate, ovvero il frisbee giocato sulla sabbia. Si potrà assistere anche ad esibizioni di freestylers provenienti da tutto il mondo, la spettacolare e originale disciplina del frisbee a tempo di musica Info: https://paganello.com). A Cesenatico sono attese circa 100 imbarcazioni ed equipaggi provenienti da tutta Italia, ma anche da diversi Paesi europei, per le Vele di Pasqua, tradizionale manifestazione velica aperta alla partecipazione di tutti i catamarani. Per il pubblico appassionato è possibile assistere da terra alle fasi di svolgimento delle gare e avere aggiornamenti di classifica in tempo reale (info: tel. 0547 80655).

Food: a Piazzale Fellini di Rimini torna, per la seconda edizione, Streeat Food Truck Festival, che vedrà riuniti, a due passi dal mare, food truck da ogni parte d’Italia che proporranno ogni sorta di cibo di strada, dagli arancini siciliani allo gnocco fritto emiliano, accompagnati da birre artigianali, vini naturali, centrifughe di frutta verdura e cocktail rinfrescanti (info: tel 0541.56902). A Brisighella (Ra), con la Sagra dei salumi stagionati e del tartufo marzolino si riscoprono i sapori e i profumi dei salumi stagionati nelle vecchie cantine, prodotti e lavorati in loco dai famosi norcini brisighellesi, il tutto accompagnato dall’oro nero del sottosuolo: il tartufo marzolino. Dal mattino mercato dei prodotti tipici e dell’artigianato locale e dalla tarda mattinata stand gastronomico. Nel corso della giornata musica, animazione e trenino panoramico per il paese e nei tre colli (info: tel. 0546/ 81166). Da oltre 60 anni a Fontanelice (Bo) la Pasquetta si festeggia celebrando la famosa piè fritta. Durante tutta la giornata si potrà degustare questa prelibatezza preparata alla maniera delle massaie del paese. Oltre alla distribuzione di piadina, il centro storico ospita mercatini, balli popolari e animazioni. Come da tradizione nel pomeriggio si disputa il Palio dei Somari, con i “ciuchini” prima presentati in piazza e poi fatti correre sulla pista allestita presso il campo sportivo, rappresentando in gare gli 8 rioni comunali (info: tel. 0542 92566).

Tradizione: A Frassinoro, nel modenese, appuntamento del Venerdì Santo con la Via Crucis, che ogni tre anni vede gli abitanti del borgo comporre i quadri viventi che raffigurano i vari episodi della Passione di Cristo. L’intero paese diventa teatro nel quale vanno in scena le 14 stazioni, assieme all’iniziale quadro di “Gesù nell’orto degli ulivi” (info: http://www.viacrucisvivente.com/). Sempre nel Venerdì Santo, a Montefiore Conca (Rn), si rivive l’antica Processione le cui origini si perdono nel tempo e che parte dal Monte Auro e alla sola luce delle fiaccole scende per le vie del borgo. Ogni famiglia interpreta un personaggio o indossa una cappa, simbolo della passione di Cristo (info: tel. 348 1042158).

Doppio appuntamento nel borgo storico di Tredozio (Fc), con la Sagra ed il Palio dell’Uovo. La sagra rinnova l’antica usanza della battitura delle uova sode che si svolgeva nella vicina Parrocchia di Ottignana il lunedì di Pasqua e si contraddistingue anche per il campionato nazionale di mangiatori di uova sode, che rinnova la sfida annuale tra i 4 rioni del paese, lungo l’alveo fluviale, nella zona antistante Piazza Vespignani. Le gare che concorrono alla conquista del Palio sono quattro come i Rioni. La più spettacolare resta senza dubbio la “battaglia delle uova” crude, che vede contrapposte a rotazione le coppie dei Rioni in un incontro di abilità e precisione, con il lancio di 600 uova per ogni tornata (info: tel. 0546 943937). Al Castello di Gropparello (Pc) il fine settimana di Pasqua offre a tutti i bambini un avventuroso viaggio a ritroso nel tempo, con la Caccia all’Uovo del Drago. Il 1 e 2 aprile tutti i bambini sono invitati a rispondere all’appello di Merlino, tornato dal suo esilio per salvare il Castello, messo in pericolo dalla possibilità che un oscuro presagio sia destinato a tramutarsi in realtà. Una magica caccia al tesoro alla Ricerca dell’Uovo del Drago, per sconfiggere gli eserciti nemici (info: tel. 0523 870997). Uova protagoniste anche a Pievelago (Mo), con ‘Coccin Coccetto’, tradizionale festa con centinaia di uova colorate. Rivive un’usanza molto antica e assai coinvolgente nella sua semplicità: due contendenti picchiano tra loro le punta delle loro uova sode, solitamente dipinte con colori vivaci, ed il possessore dell’uovo che si rompe per primo (‘cocciato’) deve cedere il proprio uovo al vincitore (info: tel. 0536.71304).