Dennis Franch: lo chef filosofo del Grand Hotel Imperial di Levico Terme

“La mia passione? L’artigianato del cibo”

Lo chef del Grand Hotel Imperial di Levico Terme è un filosofo. E non potrebbe essere altrimenti: Dennis Franch, trentino, classe 79, ha i bei lineamenti da “pensatore”, la filosofia e la cucina sono da sempre le sue grandi passioni. E per diventare cuoco ci ha pensato davvero a lungo. Perché prima ha scelto di studiare filosofia e in seguito di passare all’arte culinaria.

Nella sua libreria, accanto ai saggi di Platone e Socrate, ci sono libri di cucina. Tra i testi di Nietzsche, Spinoza, Kierkegaard ci sono i manuali tecnici sui lieviti, farine, tecniche di pasticceria etc. Lo studio è la sua passione. Dopo essersi brillantemente laureato in filosofia a Padova con una tesi di ontologia “Da Aristotele a Nicolai Hartmann”, la sua passione per la cucina che lo anima fin da bambino risulta essere sempre più viva. Lascia il suo lavoro in ambito culturale per iscriversi all’Istituto Alberghiero di Rovereto, dove si specializza in gastronomia e finalmente diventa cuoco, coronando il suo sogno. La filosofia, l’amore per lo studio e per la ricerca si mescolano al talento che mostra ai fornelli e comincia a fare esperienze in diversi ristoranti, frequenta corsi di cucina con Walter Miori e Paolo Cappuccio.

Dennis Franch non ama essere chiamato “chef”, preferisce la parola “cuoco”: ha un approccio umile verso la cucina, gli piace pensare di essere un “artigiano del cibo”. Tra gli interessi di Dennis Franch in ambito gastronomico, le diverse tecniche di cottura (abbinate ai diversi prodotti) occupano un posto rilevante: predilige la bassa cottura per mantenere integre tutte le proprietà del prodotto e si misura con differenti modalità per ottenere effetti inediti.

Un filosofo ai fornelli non può che essere eclettico ed originale: la sua ricerca consiste nell’unire sapori che solitamente non vengono abbinati, gioca con l’acido, l’amaro e lo speziato, inventa ricette e, insieme alla sua squadra, valuta nuove creazioni, come ad esempio l’abbinamento del pesce alla frutta. Le ricette di Dennis Franch prendono forma nella sua mente, dapprima sono idee che si realizzano astrattamente. Si tratta di accostamenti originali, che uniscono ingredienti in apparenza dissonanti: grazie alla mano “d’artista” queste dissonanze vengono equilibrate dando luogo a piatti indimenticabile. Sia per il sapore sia per la presentazione in tavola. Anche la resa visiva è studiata nella sua immaginazione: prima di diventare realtà, i suoi piatti vivono nei suoi pensieri. Prerogativa dei filosofi. Nulla è scontato.

La presentazione fa parte della sua ricerca gastronomica ed estetica: la firma di tutte le sue creazioni gastronomiche. I suoi accostamenti possono essere definiti una sintesi Hegeliana che lascia gli ospiti letteralmente a bocca aperta, integrando l’acido, con l’amaro e lo speziato. La sua cucina sperimenta in continuazione nuove unioni di sapori e cerca di calibrare gli ingredienti in modo armonico. Stupisce senza esagerare: l’armonia è il fil rouge di tutti i suoi menu. Utilizza i prodotti locali quando è possibile: in particolare adora i formaggi trentini Slow food, come il formaggio di malga del Lagorai o il formaggio Vezzena; controlla che le uova siano allevate all’aperto, i salumi sono quasi esclusivamente locali.

In pasticceria collauda nuove consistenze, cercando tra il croccante, il morbido, il liquido e le sensazioni che scaturiscono nell’assaggiare un tripudio non solo di sapori e di consistenze differenti, ma anche le diverse temperature che vengono proposte in un dolce. La creatività nell’inventare dolci non ha confini e un grande pensatore come Dennis Franch riesce a regalare come “dulcis in fundo” un incredibile ventaglio di emozioni in grado di risvegliare tutti i 5 sensi. Non solo la bontà viene chiamata in causa, a tavola con Dennis Franch anche la bellezza è posta in primo piano.

Il ristorante del Grand Hotel Imperial è aperto sia a pranzo sia a cena, anche agli esterni.

Tra le proposte di primavera:
• Tortelloni fatti in casa con ripieno di agnello e pistacchi su crema di fave
• Riso biologico “El restel”, agretti, salmerino e burro al lime
• Spaghettoni fatti in casa di farina di farro BIO mantecati con crema di pane e limone, Trentingrana stravecchio, pepe e tuorlo d’uovo marinato
• Pluma di maialino iberico, composta di peperone rosso, patate, cipolla in agrodolce, crumble al rosmarino e sfere affumicate
• Trota, rapa cruda e cotta, polenta bianca, gel al latte e fieno
• Polpette di grano saraceno e cipollotto, crema di topinambur, scaglie di Vezzena e arancia
• Cremoso al cioccolato fondente, zabaione al Reboro, confettura di lamponi e ribes, croccante al cacao
• Sbrisolona scomposta con farina da polenta di Storo, ricotta e amaretti
• Spugna al pistacchio, terra al cioccolato, frutta secca e uvetta al profumo di grappa, spuma allo yoghurt e miele

Gli ospiti dell’hotel possono scegliere tra la mezza pensione, con cena inclusa, oppure scegliere dal menu à la carte.

Orari apertura ristorante: tutti i giorni alle ore 12.30-14:00, 19:00.21:00

Grand Hotel Imperial Levico Terme
Via Silva Domini, 1
IT-38056 Levico Terme TN
Tel.: +39 0461 700512
Fax:  +39 0461 706079
info@hotel-imperial-levico.com
www.hotel-imperial-levico.com